Smettere di Fumare: Dieci Consigli che Funzionano Davvero

Le storie che ci hanno raccontato su persone salutiste e vegetariane morte precocemente a differenza di fumatori instancabili, che hanno fumato persino le famose Nazionali senza filtro, sono davvero tante.

Molto spesso i fumatori se la raccontano e narrano casi in cui le cose sono andate forse davvero così, tuttavia sappiamo bene e anche i fumatori sono consapevoli del fatto che il fumo sia dannoso, costoso e in grado di rovinare il palato.

I fumatori perdono sensibilità del palato, dell’olfatto e accorciano il loro fiato durante le camminate o l’attività sportiva.

Il punto è che perdere il vizio del fumo è alquanto difficile e infatti sembra che ben il 90% delle persone che provano a farlo, falliscano miseramente.

È comunque possibile farlo e sicuramente, volontà e consapevolezza aiutano tanto.

Dieci modi per riuscire a smettere di fumare


Chiedi di essere aiutato


Il tabagismo non è un vizio, ma una vera e propria dipendenza dalla nicotina, una sostanza che stimola la produzione di dopamina e adrenalina, due neurotrasmettitori legati al senso di soddisfazione, alla contentezza e alla gioia.

Esattamente come qualsiasi dipendente, è quindi necessario chiedere un aiuto a una persona esperta e rinunciare a soluzioni miracolose che sono per lo più delle perdite di tempo.

Lo specialista è in grado di indirizzarti nel centro Antifumo più adatto a te, all’Asl e od ospedale tra i 400 centri presenti in tutto il Paese.

Le possibilità di dire addio al fumo, assumendo farmaci e sostegno psicologico, aumentano al 50%.


Bevi molta acqua


E’ un consiglio tutt’altro che banale, perché essendo la nicotina idrosolubile, assumere oltre due litri di acqua quotidianamente è un metodo di depurazione corporeo rapido e salutare che decrementa il senso di astinenza dal fumo.

Affoga dunque i dolori nell’acqua ogni volta che desideri una sigaretta e cerca di resistere, perché dopo pochi minuti il forte desiderio andrà scemandosi da solo.


Resisti alle voglie


Se il tuo obiettivo è dunque quello di smettere di fumare, devi avere una motivazione valida per non riprendere.

Per prima cosa evita di comprare sigarette e allo stesso modo, è bene evitare di ripetere quella serie di azioni di routine che fanno parte del rito del fumo, come il caffè del dopo pranzo, la passeggiata con il cane, il telegiornale davanti alla tv.

Sicuramente le abitudini sono la parte più difficile da eliminare, tuttavia modificarle è uno step davvero importante per dire addio a questa ulteriore pessima abitudine.


Progetta bene l’ultima sigaretta


Una volta superata la fase peggiore della dipendenza, che durerà qualche giorno, ti renderai conto facilmente come tutto sarà migliore: avrai più soldi in tasca, ti sentirai più energico e esteticamente bello, perché migliorerà l’aspetto della pelle, la pressione del sangue, ecc.

E’ possibile patire vertigini, emicrania, perdita di concentrazione, del senso del tempo e sentirti irritabile e particolarmente vulnerabile.

Per questa serie di motivazioni devi pianificare l’ultima sigaretta perché potrebbe corrispondere con lavoro e rapporti sociali.


Non desistere alla prima difficoltà


Metti in conto il potenziale fallimento, sapendo che potrà accadere e che dovrai perdonarti per questo.

Ma non approfittare dell’auto clemenza, perché il primo sbaglio deve essere utile per rimodulare le tue azioni e fare meglio al tentativo successivo.


Condividi il tuo obbiettivo


Cogli l’occasione per coinvolgere nella tua lotta anche gli amici e tutte le persone intorno a te, perché amandoti avranno un ruolo attivo in questa tua battaglia e ti aiuteranno a superare le piccole e grandi difficoltà che dovrai affrontare ogni giorno.

Ovviamente se non troverai il giusto supporto, sei circondato da persone di poco valore, ma non arrenderti.


Non mangiare cibi dal sapore forte


Da buon fumatore, avrai già compreso il motivo, che è quello per cui tutto ciò che è gustoso, saporito in modo particolare, speziato, piccante o alcolico stimola il desiderio di fare qualche tiro.

Smettere di fumare è quindi anche un’occasione per rieducare la tua alimentazione e ripulire il tuo organismo.


Reinventa gli spazi della tua casa


Devi intraprendere un processo di pulizia della tua dimora e devi farlo iniziando con l’eliminare accendini, posacenere e cerini.

L’odore di fumo, quasi sicuramente, permea tutti i tessuti della tua casa, come quello delle tende, dei divani, delle coperte, ecc…; devi purificare l’aria con profumatori per l’ambiente e fiori. Devi abituare il tuo organismo ai buoni odori ed eliminare ogni nesso con le vecchie abitudini.


Vaporizza con le e-cigarette


E’ probabile che non passerai dal fumo alle sane abitudini con lo schioccare delle dita, per questo se sei davvero in difficoltà puoi provare la tappa intermedia offerta dalle sigarette elettroniche che contengono una bassa percentuale di nicotina.

Si tratta di strumenti meno dannosi delle sigarette e lo afferma anche l’OMS, per questo puoi sfruttarle come tappa intermedia, diminuendole con il tempo, a loro volta.


Eliminare la ritualità


Lo abbiamo già accennato, le abitudini riportano facilmente alla dipendenza da fumo, per questo se non posi più la sigaretta sulle labbra, probabilmente avrai voglia di emulare questo gesto.

Puoi farlo con un lecca lecca, con qualche caramella o un chewing gum senza zucchero, ma anche gambi di carote crude o di sedano.

una collezione di sigarette elettroniche

FABIO ROMANDI

Sono affascinato dal mondo delle sigarette elettroniche e di metodi alternativi al fumo tradizionale. Da anni ricerco e mi tengo informato sull’argomento e ci tengo a condividere questo sapere con gli altri tramite questo portale.

Torna alla homepage