Come Funziona la Sigaretta Elettronica

una sigaretta elettronica

Ogni giorno escono in commercio tantissimi modelli di sigaretta elettronica e la maggior parte delle persone le usa senza sapere bene come funziona la sigaretta elettronica esattamente.

Conosce il suo funzionamento può però aiutare ad averne cura, scegliere i ricambi adeguati ed effettuare la sostituzione del pezzi danneggiati.

Purtroppo in Italia è molto raro trovare siti internet in grado di dare tutte queste informazioni, con caratteristiche dettagliate (come per esempio quelle riguardanti la batteria, l’atomizzatore, ecc.) ed indicazioni precise.

Per fortuna sei capitato nel posto giusto perché qui potrai trovare la risposta alle più comuni domande che ti sei posto sulla sigaretta elettronica (la più banale può essere proprio: come funziona?).

Se hai deciso di acquistarne una per smettere di fumare, sappi che è una scelta davvero ottima.

Noi ti guidiamo passo passo e ti spieghiamo come funzionano nello specifico.

Il Funzionamento della Sigaretta Elettronica


Scegliere di passare alla sigaretta elettronica per smettere di fumare, sicuramente è una buona mossa. Tuttavia, all’inizio, potrebbe essere difficile abituarsi al sapore e all’assenza di nicotina.

Proprio per questo ci sono diversi prodotti, come quello prodotto dalla Philip Morris che contiene nicotina in porzioni variabili. I produttori di queste e-cig sono davvero tanti.

Alcuni di questi sono Jai, Aspire che includono nel kit anche una pocket, cavi, batterie di ricambio e tanto altro. Ma quale è il funzionamento preciso? Come si fa ad avere il vapore? Ecco una guida dettagliata su come si usa la sigaretta elettronica.

Iniziamo dai componenti principali. Solitamente questi si possono riassumere in questo modo.

sigaretta elettronica blu in primo piano

La Batteria nella Sigaretta Elettronica


Potrebbe essere di diverse dimensioni e potenza. La sua composizione può variare ma sicuramente quella al litio è quella più efficiente (è la stessa che si trova nei moderni smartphone).

Il loro amperaggio può variare da 600 mAh fino a superare i 2000.

Si ricaricano grazie ad un cavo USB spesso in dotazione al kit della sigaretta elettronica, oppure esternamente grazie ai carica batterie da muro che probabilmente già hai a casa e permette di caricarne 2 o 4 contemporaneamente.

Un buon compromesso di pila è sicuramente la iTwist Mega 1700 mAh. In commercio ci sono modelli di batteria ad attivazione manuale o automatiche.

Le prime, per essere attivate (quindi per dare energia alla resistenza) hanno bisogno di un pulsante (solitamente “power” o “on/off”).

Quelle più moderne ed intelligenti, per risparmiare carica, si attivano solamente quando c’è un aspirazione e si mettono in stand by se non c’è movimento. Le e-cig Jai, per esempio, offrono questa comodità.

La Resistenza

Il funzionamento della resistenza della sigaretta elettronica è molto oscuro ma di fondamentale importanza. Questa viene attivata grazie alla batteria.

Un tessuto di cotone organico assorbe il liquido che viene poi evaporato ed aspirato grazie ad un anello.

Ovviamente la potenza di questa procedura dipende dalla potenza della batteria e dalla sua durata ma anche da un eventuale chipset interno che ne regola il funzionamento a seconda delle esigenze.

Forse molti non sanno come si usa la sostituzione della resistenza della sigaretta elettronica. Questa è la parte che viene usata maggiormente e che si usura con più frequenza.

Risulta facile capire quando è arrivato il momento di acquistarne una nuova; basta notare che il vapore non esce più come prima ed il sapore del solito liquido di liquido è strano. Il tempo medio tra una sostituzione e l’altra è di circa 15 giorni.

Il tempo potrebbe essere minore nel caso in cui il mal funzionamento è dovuto alla bruciatura della stessa.

atomizzatori colorati in primo piano

L’Atomizzatore nella Sigaretta Elettronica

Tutt’uno con la resistenza, questa è la parte della sigaretta elettronica che la contiene. Il processo visto in precedenza avviene qui. In commercio si trovano diversi tipi di atomizzatori.

Il modello Tank è decisamente più pratico perché il funzionamento è più facile e rapido siccome la “combustione” avviene immediatamente. L’altro modello è invece il clearomizzatore.

Ma come funzionano? In poche parole è tutto integrato (compreso il serbatoio) e questo permette al liquido di non essere sprecato ed il risultato è una sigaretta elettronica con un vapore più continuo ed omogeneo.

Per questo è importante scegliere un tipo di sigaretta all’avanguardia (es. Jai o Aspire).

La cartuccia ed i liquidi


Una parte fondamentale della sigaretta elettronica perché contiene il liquido aromatizzato (aromi concentrati) che a sua volta può essere composto da diversi prodotti.

Tra questi ricordiamo il glicerolo, l’acqua, il glicole propilenico e gli aromi concentrati. Sono questi ultimi che danno il sapore desiderato e le aziende produttrici si avvalgono delle migliori tecnologie per creare gusti sempre diversi e di essere competivi sul mercato.

Ci sono infatti liquidi e aromi concentrati agli agrumi e frutti, quelle al tabacco, alla vaniglia, al cioccolato e molto altro.

Sono ancora molti i dubbi se tutto questo mix di aromi concentrati faccia male oppure no, ciò su cui sono concordi tutti è che fumare queste e-cig fa meno male delle sigarette tradizionali ed aiutano a togliere il vizio.

Ci sono diversi liquidi (anche il liquido alla cannabis) disponibili sul mercato, e se state cercando un liquido in particolare vi consigliamo di cliccare sul link in basso su questa pagina per trovare liquidi e aromi al prezzo più basso.

primo piano del montaggio di un liquido per sigarette elettroniche

LED e Display


Sapere come funzionano delle sigarette elettroniche è fondamentale per farne buon uso (di questo ne abbiamo parlato anche in altri articoli). I principianti potrebbero trovare qualche difficoltà ad usare le versioni più moderne.

Queste infatti presentano LED lampeggianti (per indicare per esempio la carica, l’accensione, ecc.) e display integrati per tenere sotto controllo i watt, gli omh, il tempo residuo e la temperatura.

Le sigarette elettroniche sono in una condizione nel mercato in cui c’è libertà di vendita e tecnicamente fanno meno male della sigaretta tradizionale.

donna in primo piano mentre utilizza una ecig


Dove posso comprare una sigaretta elettronica ad un buon rapporto qualità/prezzo?


Dopo aver visto tutto i componenti di una e-cig non ti resta che scegliere il modello che fa al caso tuo. I modelli che ti proponiamo attraverso le risorse consigliate, sono stati verificati sia in termini di qualità che di prezzo.

Quello che vedi è il costo reale perché non c’è alcun aumento da parte nostra. Vogliamo solo offrirti il meglio e farti anche risparmiare assicurandoci che tu sia soddisfatto.

Allora acquista subito la tua sigaretta elettronica cliccando sui link che trovi in questa pagina.

una collezione di sigarette elettroniche

una foto di Armando Zantari

AUTORE:

Armando Zantari

Ciao, io sono Armando e sono un appassionato di Sigarette Elettroniche. Avendo svapato per oltre 10 anni e dopo aver provato innumerevoli sigarette elettroniche, liquidi e accessori, ho deciso di contribuire alla comunità e di condividere la mia esperienza con alcuni amici del settore su questo sito.

Puoi leggere di più su di me qui.

Torna alla homepage