Atomizzatore per Sigaretta Elettronica: il Migliore

Atomizzatore per Sigaretta Elettronica

Oggigiorno sul mercato italiano sono disponibili centinaia di atomizzatori per sigaretta elettronica, reperibili su Amazon o qualunque sito specializzato e non.

Man mano che le tecnologie del settore si fanno sempre più raffinate e al servizio di praticità e salute, nuovi modelli vengono presentati al grande pubblico e spacciati per il top della gamma.

Tuttavia, senza la possibilità di testare ogni atomizzatore è difficile stabilire quale dei tanti sia il migliore, o meglio, quale si adatti maggiormente alle esigenze del singolo vaper.

In Italia scarseggiano i siti affidabili specializzati in sigarette elettroniche, dove sia possibile sia acquistare che informarsi in maniera approfondita su ogni articolo disponibile.

Noi siamo la soluzione a questo problema. Sui nostri ecommerce è possibile visionare le immagini, leggere descrizioni dettagliate, confrontare le caratteristiche tra i modelli, consultare recensioni e suggerimenti redatti da esperti del settore.

Qui troverai le migliori marche di atomizzatori per sigarette elettroniche; grazie all’interfaccia del sito sarà più semplice destreggiarsi nella giungla del mercato italiano e trovare il prodotto che stai cercando.

una donna svapa nel suo garage

Durante la tua ricerca ti imbatterai in tanti atomizzatori di bassa qualità e dovrai capire quali sono le caratteristiche da cercare in un nuovo modello.

Le variabili da considerare durante l’acquisto sono innumerevoli e non hanno a che vedere solamente con la qualità, ma combaciano anche con le diverse tipologie di vaper.

Dunque qual è il miglior atomizzatore per sigaretta elettronica? Dipende. Il mio preferito è l’Atomizzatore CoilART Toruk Mini Nero, perfetto per chi non ha tempo o non è ancora pronto per i rigenerabili.

Da 22 mm, è la versione piccola del 24 mm. Nella confezione troverai anche 1 tank, 1 vetro extra e 1 head coil di ricambio. Se sei avezzo alla rigenerazione possiamo consigliarti il Vandy Vape Berserker V1.5 MTL RTA da 22 o 24 mm, veramente facile da rigenerare anche grazie al semplice libretto delle istruzioni compreso nel kit.

Costruire una resistenza non è difficile, basta solo acquisire un pochino di pratica. In ogni caso le head coil – ovvero le resistenze di ricambio – sono tante e di tutti i tipi: con Ohm bassi, per esempio 0.6, medi, come 1.15, o alti, fino a 2.2; la stessa cosa vale per la potenza, espressa in Watt.

Online si possono trovare tutti gli attrezzi del mestiere per rigenerare un atomizzatore.
In pratica, il migliore atomizzatore per e-cig non esiste: tutto dipende dalla tipologia di vaper!

primo piano di una sigaretta elettronica blu

L’atomizzatore Aspire Tigon 2ml Blu disponibile su Svapoweb per esempio, è adatto sia per il tiro di guancia che per quello di polmone. Può essere utilizzato con coil da 1.2ohm e 0.4ohm ed è molto semplice da ricaricare.


L’atomizzatore Joyetech Ultimo, disponibile su Svapostore, è performante, resistente e semplicissimo da utilizzare; è dotato di head coil in ceramica, durevole e capace di restituire una resa aromatica eccellente.

Da tenere sott’occhio, anche i brand Smooke, Ovale ed Ego, professionisti della sigaretta elettronica, nonché i nuovi modelli con superficie in alluminio anodizzato, più resistenti agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura, antigraffio e a prova di caduta.

una collezione di sigarette elettroniche

Ma tornando a noi… cos’è esattamente un atomizzatore? L’atomizzatore della sigaretta elettronica non è che il cuore della stessa, responsabile della vaporizzazione del liquido contenuto nel tank. Il funzionamento è semplice.

Quando si aspira, la resistenza contenuta nell’atomizzatore produce calore. Questa riscalda a sua volta una “spugnetta”, generalmente in cotone, imbevuta del liquido (e-juice) contenuto nel tank. Il liquido diventa così vapore e viene inalato attraverso il bocchino (drip tip).

batteria e atomizzatore in primo piano



L’atomizzatore può appartenere a diverse categorie: atomizzatori non rigenerabili, che vanno sostituiti una volta usurata la resistenza e atomizzatori rigenerabili, che invece possono essere muniti di una resistenza tutta nuova e riutilizzati.

Per cartomizzatore s’intende atomizzatore a fibra di cartone, dove è quest’ultima a essere impregnata di liquido; mentre un cleromizzatore è munito di serbatoio di vetro dove controllare man mano il livello di liquido presente.

Gli atomizzatori per sigaretta elettronica possono essere anche classificati a seconda del funzionamento e delle prestazioni: vengono definiti atomizzatori con tiro di guancia quegli atomizzatori caratterizzati da una resistenza con ohm elevati, potenze basse, tiro chiuso tipico della sigaretta classica e una durata maggiore della batteria; gli atomizzatori con tiro di polmone permettono di inalare molto più vapore, con o senza nicotina, hanno potenze più elevate e una batteria che si scarica più velocemente.

Mentre il tiro di guancia è tipico di chi è passato alla sigaretta elettronica per smettere di fumare perché più simile alla sigaretta tradizionale, il tiro di polmone è caratteristico del mondo dei vaper professionisti e permette di inalare litri di vapore in un sol colpo!

L’aroma d’altro canto, si percepisce meglio col tiro di guancia, specialmente se è delicato; lo stesso è consigliato a chi aspira elevate percentuali di nicotina perché il vapore svapato è inferiore.

Al contrario, col tiro di polmone, a parità di nicotina l’hit della sigaretta elettronica viene avvertito di più, perché con una sola svapata arriva direttamente ai polmoni.

Il vapore freddo, inoltre, è tipico del tiro di guancia, caratterizzato da una potenza inferiore, o semplicemente di un drip tip più lungo, dove il vapore ha, di fatto, il tempo di intiepidirsi prima di essere inalato.

una sigaretta elettronica blu su una scrivania con arance

Alcuni atomizzatori per sigaretta elettronica sono sprovvisti di tank.

Sono i cosiddetti atomizzatori da dripping, dall’inglese “sgocciolare”. In questa tipologia di atom non è presente alcun serbatoio: semplicemente,il vaper provvede a bagnare la spugnetta a contatto con la resistenza “sgocciolando” il suo e-juice di volta in volta.

Questo tipo di sigaretta elettronica (rigenerabile) è utilizzata da vaper esperti e richiede un po’ di pratica; dopotutto, questi verrà ripagato da un aroma intenso e sopraffino!

Tutti gli atomizzatori sono piccoli, tascabili e leggeri, in quanto studiati per svolgere una funzione del tutto simile a quella della sigaretta tradizionale.

La differenza sostanziale è una sola: nell’atomizzatore, anche detto vaporizzatore, nulla brucia o si consuma. Il “fumo” prodotto – che appunto è solamente vapore – non contiene né catrame e né alcuna sostanza nociva derivata dalla carbonizzazione.

Ecco perché chi usa la sigaretta elettronica in realtà non fuma ma svapa, ed ecco perché ogni anno sempre più persone passano dalla sigaretta tradizionale all’e-cig, molto meno dannosa.

In più, con la sigaretta elettronica c’è tutto un mondo di aromi da scoprire: vaniglia, spezie, erbe, tabacco, frutta esotica e tanto altro ancora. E la nicotina, beh… quella si può sempre aggiungere!

Ultimamente stanno sbocciando nel mercato della sigaretta elettronica veri e propri oggetti di design, atomizzatori griffati realizzati con l’impiego di tecnologie all’avanguardia e arricchiti con metalli preziosi.

Dopotutto l’atomizzatore è per tanti un accessorio fondamentale, biglietto da visita e ambasciatore della propria personalità…Sul prezzo si può anche chiudere un occhio!

un ragazzo viene ripreso mentre sta fumando una ecig

Come pulire l’atomizzatore della sigaretta elettronica? La pulizia di un atomizzatore è fortemente consigliata, sia per i rigenerabili che per i non rigenerabili.

Atomizzatori sporchi o incrostati restituiscono aromi alterati, il tipico sapore di bruciato o note metalliche decisamente poco gradevoli.

Anche i prodotti appena acquistati necessitano di un lavaggio preventivo, per eliminare eventuali oli di lavorazione (che sarebbe meglio non inalare…). Vediamo come effettuare la pulizia di una sigaretta elettronica.

Un metodo raccomandato è la cosiddetta lavatrice (o pulitore) ultrasuoni, che può essere acquistata su eBay, Amazon o su altri siti che commercializzano elettrodomestici. Il costo del macchinario si aggira intorno ai 30 euro.

Un metodo alternativo di pulizia è quello che prevede l’impiego di prodotti naturali – quali succo di limone, bicarbonato e aceto – uniti all’acqua calda, nella quale andranno immersi i componenti dell’atomizzatore.

L’atomizzatore appena comprato può essere preventivamente trattato con detersivo per i piatti, ideale per sciogliere eventuali residui di lavorazione, e successivamente sottoposto a lavaggio completo. Vi sono poi tante sigarette elettroniche da considerare, come la smok tfv8, la tfv8 baby, la aspire nautilus .

atomizzatori in primo piano su sfondo bianco

Quanto dura un atomizzatore rigenerabile? La durata dipende dalla frequenza di utilizzo e dalla qualità dell’atomizzatore, per una media di circa tre settimane.

In termini di liquido svapato spesso si tende a congliare un massimo di 25/30ml, dopodiché è bene cambiare la resistenza.

Se l’atomizzatore non è rigenerabile basta sostituire la testina, mentre in caso di atomizzatore rigenerabile si può procedere con la pulizia della resistenza e la sostituzione del cotone, o, se la resistenza è usurata, con la realizzazione di una resistenza tutta nuova.

Dove posso comprare il migliore atomizzatore per sigaretta elettronica ad un buon rapporto qualità/prezzo?


Attraverso i nostri link potete acquistare atomizzatori per sigaretta elettronica già verificati sia in termini di qualità che in termini di convenienza di prezzo.

Mentre gli altri siti specializzati e rivenditori di sigarette elettroniche cercano di aumentare il prezzo dei loro prodotti per incrementare i guadagni, noi abbiamo scelto la strada della fidelizzazione dei clienti, selezionando appositamente i negozi online dove trovare un eccellente rapporto qualità/prezzo.

Quindi se quello che state cercando è un ottimo rapporto qualità/prezzo, lasciatevi pure consigliare da noi… e non fatevi sfuggire i prodotti che vi linkiamo!

una collezione di sigarette elettroniche

una foto di Armando Zantari

AUTORE:

Armando Zantari

Ciao, io sono Armando e sono un appassionato di Sigarette Elettroniche. Avendo svapato per oltre 10 anni e dopo aver provato innumerevoli sigarette elettroniche, liquidi e accessori, ho deciso di contribuire alla comunità e di condividere la mia esperienza con alcuni amici del settore su questo sito.